Torrijas…l’anima dolce della Quaresima spagnola

torrjas1Durante le settimane della Quaresima, soprattutto all’approssimarsi della Santa Domenica, l’aria di Spagna si riempie del profumo della cannella, mista a miele e limone…è la fragranza delle torrijas, il tipico dolce del periodo…

L’origine del piatto si perde nella notte dei tempi e probabilmente va ricercata nella cucina popolare,poiché pare che le torrijas , con il loro caratteristico aspetto di fettine di carne dorate, sostituissero proprio la costosa pietanza, ben al di fuori dalla portata economica delle classi povere.

Ben presto le torrijas si diffusero in tutti gli strati sociali ed oggi sono apprezzate da grandi e piccini e salutate come il simbolo della gioia pasquale.

Ecco a voi la semplice ricetta…
ingredienti:
una cibatta di pane, preferibilmente di tipo casareccio e raffermo.
4 o 5 uova
½ litro di latte
2 cucchiai di cannella in polvere
1/2 kg di zucchero
1/2 litro di olio di girasoletorrjas2

Preparazione:

bisogna tagliare il pane in larghe fette. Riscaldare qualche cucchiaio di latte , un po’ di zucchero,  un cucchiaio di cannella o la scorza di un limone, ovviamente non trattato…in alternativa, scorza di arancia e cannella. Bisogna are attenzione che il latte non sia troppo caldo , altrimenti durante la frittura le fette si sfalderanno.

Mettere le fette nel latte e lasciarle riposare per una buona mezz’ora.

Sgocciolatele fette, passatele nelle uova sbattute e mettetele a friggere in abbondante olio bollente.torrjas3

Appena saranno dorate, scolatele dall’olio con la schiumarola, passatele sulla carta assorbente e poi nello zucchero con la cannella in polvere. Si può anche  metterle a raffreddare e cospargerle di miele.torrjas4

Le torrijas sono ottime sia  tiepide che fredde…buon appetito!

Articolo scritto da Carmen Carbonaro

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *