Torino simbolo dell’esoterismo

imagesTorino è una città ricca di misteri e leggende e per questo motivo viene considerata il centro dell’occulto. Si narra infatti che in molte piazze siano avvenuti eventi inspiegabili e fenomeni soprannaturali.

Le leggende traggono origine dalle ipotesi sulla fondazione di Torino. Secondo alcuni la città non sarebbe stata fondata dai romani, ma da Fetonte ovvero l’ignoto faraone figlio della dea Iside, che avrebbe creato il suo tempio per il dio Api, che gli egiziani rappresentano con un toro, all’incrocio tra il fiume Dora e il Po.bosco-di-bomarzo

Da questa congiunzione viene a formarsi una Y, che rappresenta un bivio tra la strada diretta verso il cielo e quella diretta agli inferi. Il carattere egiziano della sua fondazione, farebbe credere che questo sia il motivo per cui in questa città sono concentrati la maggior parte dei reperti egizi.

Inoltre secondo gli esoteristi Torino sarebbe il vertice di due triangoli. Il primo che congiunge Praga e Lione e rappresenterebbe la magia bianca, mentre il secondo unisce Londra e S. Francisco e sarebbe il centro della magia nera.triangolimagici

Uno dei punti considerati centro della magia nera è Piazza Statuto, poiché pare che sia sorta sopra una necropoli e per centinaia d’anni avvenivano le esecuzioni capitali. Tra i centri della magia bianca vi è la Fontana del Tritone che si trova a piazza Castello, il Duomo dove vi è conservata la Sacra Sindone e la Gran Madre.Torino-Sotterranea-II

Ma c’è dell’altro! In pochi sono a conoscenza delle gallerie e cunicoli presenti sotto la città. Sotto piazza Castello si trovano tre gallerie Alchemiche, considerate luoghi di massima concentrazione energetica. Queste gallerie sono accessibili da diversi punti e si narra a tal proposito, che il principe Umberto sia riuscito a penetrare nella prima e le sue paure si materializzarono, tanto che qualche tempo dopo fu ucciso a Monza.

Articolo scritto da Elvira Guglielmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *