Street food albanese…Byrek

La cucina tipica albanese si basa su prodotti genuini e freschi, coltivati biologicamente negli orti delle case oppure derivati dalla pastorizia.

Le varie occupazioni hanno influenzato notevolmente questa cucina. La dominazione turca ad esempio ha influenzato la varietà di zuppe, dolci nonchè un largo uso di spezie orientali; la cucina italiana ha influenzato notevolmente sia la cucina dei ristoranti che quella delle famiglie. 

Anche la vicina Grecia ha lasciato la sua impronta sulla gastronomia albanese: sapori e profumi tipici, se da una parte sono eredità di secoli di dominazione ottomana, dall’altra ricevono anche influenze mediterranee. In comune con la Grecia, l’Albania ha diverse pietanze e prodotti locali, tra tutti olio d’oliva e miele. 

Tra i cibi street food albanesi vi è il byrek, si consuma per strada come in casa o nei ristoranti. È preparato con sfoglie di pasta fatta in casa tirate a mano con un mattarello sottile come un manico di scopa. Le sfoglie sano molto più sottili di quelle usate per le lasagne italiane; si procede a strati, alternando la sfoglia alle verdure (cicoria, porro, cavolo o altro), accompagnate spesso da carne trita, riso oppure formaggi. Il tutto va poi sistemato in una teglia rotonda e cotto al forno, generalmente a legna.

E’possibile trovare il byrek in vendita, oltre che nei locali, anche sulle bancarelle dei venditori ambulanti di tutto il paese, in piccoli pezzi preparati a forma di triangolo o nella variante tonda da tagliare nelle quantità desiderate. I tranci o i triangoli possono essere consumati o serviti sia freddi che caldi.

Ingredienti per 8 persone: 1 kg di farina 00, 1 kg di spinaci, 40 g di burro, 2 uova, 4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva, 500 g di ricotta fresca, sale.

Versate la farina su un piano da lavoro, formate un buco al centro e versatevi il sale e l’acqua calda, poco a poco.  Impastate con cura fino a formare un panetto di consistenza morbida. 
Dividete il panetto in tante palline della dimensione di un mandarino (con un chilo di farina dovrebbero risultare all’incirca 20 pezzi di sfoglia) e lasciatele riposare per un’ora coperte con un panno pulito. 
Durante il riposo dell’impasto, cuocete gli spinaci in una pentola capiente con acqua salata, quindi scolateli, strizzateli bene, tagliateli a pezzetti e riponeteli in una ciotola. 
Sgusciate le uova e aggiungetele alla ciotola con gli spinaci, insieme alla ricotta scolata. Mescolate bene. 
Riprendete le palline di impasto e stendetele con cura sul piano da lavoro con un mattarello. 
Ungete una teglia da forno con un po’ d’olio, quindi adagiatevi un primo pezzo di sfoglia e ricopritelo con il ripieno di spinaci ricotta e uova. Adagiate un secondo pezzo di sfoglia sul ripieno e conditelo. 
Andate avanti fino ad esaurire tutti gli ingredienti, in modo da creare vari strati. 
Imburrate l’ultimo strato di sfoglia e cuocete in forno a 180°C (termostato 6) per 45 minuti. 
Sfornate e fate raffreddare per 20 minuti, quindi tagliate e servite.

Articolo scritto da Elvira Guglielmino