Sicilia…i dolci tipici per la festa dei Morti

biscotti_dei_mortiLa “Festa dei Morti” in Sicilia è una ricorrenza molto sentita e risale al X secolo, viene inoltre celebrata il 2 Novembre per commemorare i defunti. Secondo la tradizione si narra che, nella notte tra l’1 ed il 2 novembre i defunti visitassero i cari ancora in vita, portando ai bambini dei doni. 

Per noi siciliani è un’occasione in più per fare un regalo ai più piccini ma anche per mangiare cose buone, soprattutto dolci. Questi nella tradizione siciliana sono veramente, ma tra i più conosciuti vi sono “i crozzi i mottu” ovvero le ossa di morto cioè biscotti che vengono modellati a forma di osso e gli “ nZuddi”.ossa-di-morto

 Le Ossa di Morto

Ingredienti: 500 gr di farina 00, 600 gr di zucchero, 150 ml d’acqua, un pizzico di cannella, un pizzico di chiodi di garofano tritati.

Preparazione:

In un pentolino riscaldare l’acqua, ed aggiungere lo zucchero piano piano, spegnendo il fuoco prima che l’acqua bolla. In un recipiente mescolare la farina, la cannella e la polvere di chiodi di garofano. Aggiungere lo sciroppo ottenuto da acqua e zucchero ed impastare il tutto. Lasciare raffreddare qualche minuto, iniziare a lavorare la pasta con le mani ottenendo un filoncino e tagliando a tocchetti di 3-4cm. Posizionare i biscotti in una teglia precedentemente rivestita da carta da forno.dolci_dei_morti

Prendete i biscotti copriteli con uno strofinaccio e lasciate asciugare per 2-3 giorni.

Il terzo giorno infornateli nel forno a 180°. La parte esterna del biscotto che si è asciugata a contatto con l’aria, rimarrà bianca e croccante, mentre il calore del forno porterà a sciogliere lo zucchero che è imprigionato all’interno, e che uscirà dalla parte inferiore del biscotto, dato che è l’unica parte che non si è asciugata del tutto. Per questo nei giorni di attesa è importante non girare mai i biscotti. Cuocere fino a quando lo zucchero inizierà a caramellarsi e quindi a fuoriuscire dal biscotto, formando uno strato scuro.nzuddi

 I ‘nZuddi

I ‘nZuddi sono dei biscotti siciliani, che nel catanese, vengono preparati tradizionalmente in occasione della “Festa dei Morti”. I ‘nZuddi anticamente venivano preparati dalle Suore Vincenziane di Catania e infatti prendono il loro nome da Vincenzo ( ‘nZuddu è il diminuitivo di Vincenzo, nel dialetto siciliano).

Ingredienti per l’impasto: 500 gr di farina 00, 450 gr di zucchero, 5 gr di miele, 50 gr di mandorle sgusciate, 172 cucchiaio di scorzette di arance candite, 5 gr di ammoniaca per dolci, 1 cucchiaino di lievito per dolci, 1 pizzico di cannella in polvere, latte q.b., un pizzico di sale;

per decorare: mandorle sgusciate q.b.

Preparazione

Tostare leggermente, nel forno caldo, 50 g di mandorle. Lasciarle raffreddare e poi tritarle. Utilizzando un coltello tritate finemente le scorzette di arance candite. Accendete il forno a 180°.

Rivestite la placca del forno con carta forno, oppure imburratela e infarinatela.

In una terrina capiente, versare la farina, lo zucchero, il miele, le mandorle tritate, le scorzette tritate, l’ammoniaca, il lievito per dolci, la cannella e 1 pizzico di sale. Impastare il tutto con il latte, fino ad ottenere un impasto molto soffice.

Nella placca del forno che avete preparato formare tanti biscotti, dandogli una forma rotonda. Adagiate su ogni biscotto una mandorla intera.

Cuocete i ‘nZuddi in forno a 180° per 10-15 minuti, fino a quando avranno assunto un colore leggermente dorato. Lasciate raffreddare i ‘nZuddi prima di rimuoverli dalla placca del forno.

Articolo scritto da Elvira Guglielmino

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *