Sicilia… Santuario Madonna delle Lacrime

20160827_161750I Santuari dedicati alla Madonna sono numerosi e sono sparsi in tutto il mondo. Come non ricordare Lourdes, Fatima e molti altri. Ognuno è legato ad un evento prodigioso importante per i fedeli cristiani. Esso può essere considerato miracoloso o meno, in base alle proprie credenze e fedi religiose, ma la costruzione di questi santuari, dimostra la grande devozione alla Madonna.

Uno dei Santuari più famosi si trova a Siracusa, in Sicilia ed è dedicato alla Madonna delle Lacrime. Il nome proviene appunto da un evento miracoloso che è avvenuto in questa città.

La lacrimazione è avvenuta dal 29 agosto al 1 settembre 1953, in via degli Orti di San Giorgio al n.11, nell’abitazione di due giovani coniugi, Angelo Iannuso e Antonina Lucia Giusto.

20160827_161903

Antonina, in attesa del primo figlio, aveva una gravidanza difficile, con ricorrenti abbassamenti della vista: verso le tre di notte del 29 agosto la vista scomparve del tutto, per tornare normale alle 8.30 del mattino, quando Antonina vide lacrime scendere sul viso di una Madonnina in gesso, posta a capo del letto. Il mezzo busto in gesso smaltato, montato su di un supporto di vetro, raffigurante la Madonna che mostra il proprio Cuore Immacolato, era un regalo ricevuto per le nozze, celebrate il 21 marzo di quell’anno.

La lacrimazione si ripeté almeno 58 volte  e la notizia si divulgò rapidamente rendendo casa Iannuso meta di incessante pellegrinaggio.

20160827_162217

Il parroco, don Giuseppe Bruno, con il permesso della Curia sottopose il fenomeno a una commissione medica. La commissione si recò in casa Iannuso il 1º settembre: venne prelevato circa un centimetro cubo del liquido che sgorgava dagli occhi della Madonnina; sottoposto ad analisi, il liquido fu classificato come “lacrime umane” e, dopo un esame anche del quadretto, il fenomeno fu dichiarato non spiegabile scientificamente.

L’episcopato della Sicilia, presieduto dal cardinale Ernesto Ruffini, il 13 dicembre 1953 ha dichiarato miracolosa la lacrimazione.

20160827_165401

Il santuario della Madonna delle Lacrime venne inaugurato da Giovanni Paolo II il 6 novembre 1994. Nella parte superiore della basilica, presso l’altare centrale, è custodita il quadretto della lacrimazione, prima di essere custodito nel santuario costruito successivamente, rimase esposto fino al 1968 alla venerazione dei fedeli.

In cima al Santuario si può osservare, una statua della Madonna, alta 3 m, in bronzo dorato, che riproduce per intero l’immagine del quadretto che ha pianto. Maria è rappresentata con le braccia protese verso l’ingresso principale, come per accogliere i suoi figli nella casa del Padre.

20160827_171312

Inoltre, la pianta con la sua circolarità vuole rappresentare l’umanità, che grazie all’innalzarsi dei costoloni si protende verso Dio. Infine la solenne “ aula”, è pavimentata con marmi pregiati che riproducono una stella: Maria stella mattutina che annuncia il sole che sorge, Gesù.

Articolo scritto da Elvira Guglielmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *