Saranda…la perla dell’Albania

Ancora indecisi su dove trascorrere le vostre vacanze? Un’ottima meta da esplorare è Saranda, un importante centro turistico della costa meridionale albanese.

Questa cittadina è divenuta ormai una località che attira molti turisti sia albanesi che stranieri, merito delle bellissime spiagge e dell’atmosfera di relax, ma niente paura perché è considerata come la più vivace città dell’Albania, con ristoranti, locali e discoteche aperte soprattutto nel periodo estivo, quindi sarà impossibile annoiarsi.

Saranda è anche una città ricca di storia e cultura , subendo la dominazione di vari popoli, Greci e Arabi, fino al protettorato italiano tra il 40 e il 44 che ne ha cambiato il nome in Porto Edda, in onore della figlia del Duce, e ai recenti stravolgimenti politici. Lasciata alle spalle la dittatura, Saranda si presenta come meta turistica a tutti gli effetti.

Saranda è capoluogo dell’omonima provincia, che è la più meridionale del Paese al confine con la Grecia, ed  è una destinazione estremamente economica, sia per gli alberghi dove alloggiare, sia per quanto riguarda la ristorazione o i servizi. Tra i luoghi più belli da visitare nella città vi è il Castello di Lekursi, dista circa due chilometri, è una fortificazione costruita dal Sultano Solimano durante la campagna di conquista di Corfù.

Il castello sorge sulle rovine del villaggio di Lekures, ha una forma quadrata con due torri rotonde sugli angoli nord-occidentale e sud-orientale, oltre che delle terrazze e camminamenti, da cui è possibile godere di una vista mozzafiato. Esso è molto apprezzato dai turisti anche per il ristorante all’interno che offre piatti tipici a  base di carne e verdura.

Le spiagge costituite da sabbia bianca o roccia calcarea sono molto gettonate per l’acqua cristallina. Per gli appassionati delle immersioni subacquee, vi sono diversi luoghi dove noleggiare l’attrezzatura necessaria. Tra le spiagge di Saranda ricordiamo Ksamili a 17 chilometri in direzione sud, è una spiaggia molto particolare in quanto si affaccia su quattro isolotti raggiungibili a nuoto, la spiaggia è sabbiosa e l’acqua cristallina; essa offre servizi quali bar e ristoranti ed è facilmente raggiungibile dal centro di Saranda, da cui partono ogni giorno molti autobus. 

Shpella è una spiaggia di sabbia e ghiaia, il suo mare è trasparente e la natura che la circonda rende questo luogo affascinante e selvaggio, per questo è l’ideale per il viaggiatore che ama il contatto con la natura. I fondali del mare che bagna Saranda si prestano particolarmente a sport acquatici quali immersioni e diving.

Inoltre con i traghetti che partono da Saranda è  possibile raggiungere Corfù e con mezz’ora d’auto si arriva al sito archeologico di Butrinto, proclamato patrimonio dell’Unesco.

Articolo scritto da Elvira Guglielmino