Pasqua a Modica … un incontro speciale tra Gesù risorto e la sua mamma!

modica madonna vasa vasa 1La città di Modica, capitale di un’antica e potente Contea attraversata da canali e ponti che la rendevano una tra le città più affascinanti d’Italia denominata la Venezia del sud, e ricostruita dopo il terremoto del 1693 con uno stile tardo-barocco tanto da ottenere il riconoscimento UNESCO nel 2002, si accinge a vivere uno dei momenti più emozionanti del triduo pasquale … l’incontro tra Gesù risorto e la Madonna “vasa vasa”.

Un’antica tradizione di origine spagnola che risale al 600 e singolare nel suo genere perché è l’unica festività in cui la Madonna bacia suo Figlio dopo la Resurrezione.  

La domenica di Pasqua, alle ore 10:00, dalla chiesa di Santa Maria di Betlem partono due processioni, una con il simulacro del Cristo risorto e l’altra col simulacro della Madonna coperta da un velo nero a lutto, accompagnati dalla banda musicale della città. La Madonna viene fatta uscire per prima dalla Chiesa per percorrere i vicoletti tipici del quartiere basso della città, andando alla ricerca del figlio.  

A mezzogiorno, le due statue che hanno percorso le vie cittadine a spalla dai fedeli con itinerari diversi, si incontrano in piazza Monumento e qui si ha la tradizionale “vasàta”, cioè il bacio, l’abbraccio simbolico della Madonna con Cristo. E’ questo il momento clou della festa: la Madonna, alla vista del Cristo risorto, allarga e stringe le braccia in segno di gioia, liberandosi dal manto nero che l’avvolge, simbolo del lutto, per mostrare la classica veste celeste, mentre decine di colombe bianche si liberano in volo con dei nastri azzurri alle zampine.

modica madonna vasa vasa 2

Se fino ad oggi i “baci” sono stati tre, il primo a mezzogiorno in punto in Piazza Monumento, il secondo davanti alla Chiesa di San Pietro ed il terzo prima di rientrare in chiesa dove vengono conservati i simulacri, quest’anno in occasione dell’Anno Santo straordinario della Misericordia, saranno ben sei. I due simulacri verranno infatti portati in processione anche di sera lungo Corso Umberto e in Piazza Corrado Rizzone avverrà il primo bacio; successivamente i due simulacri verranno condotti dai portatori davanti al Santuario della Madonna delle Grazie, luogo giubilare, dove avverrà il secondo bacio. Infine l’ultimo bacio serale avverrà nella centralissima Piazza Matteotti. A conclusione le due statue torneranno all’interno della chiesa di Santa Maria di Betlemme dove verranno accolte da uno spettacolo pirotecnico.

modica madonna vasa vasa 3

Un’edizione ricca di baci e di novità che farà sì che la festa anziché consumarsi in poche ore durerà un’intera giornata.

Articolo scritto da Graziella La Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *