Grecia … il Parco marino di Zante

zante.1Zante o Fiore del Levante, come la chiamavano i veneziani, è una splendida isola dell’arcipelago delle isole Ionie. È molto nota perché, sotto il dominio veneziano, diede i natali al poeta Ugo Foscolo, il quale dedicò all’isola il suo noto sonetto A Zacinto. Luogo di storia e di cultura, oggi è meta di tanti turisti provenienti da tutto il mondo.

Una delle attrazioni più importanti dell’isola è sicuramente il “Parco marino nazionale” situato lungo la costa sud. Questo è stato istituito il 22 dicembre del 1999 ed è il primo parco nazionale marino della Grecia. Lo scopo è quello di tutelare uno dei maggiori siti di nidificazione nel Mediterraneo della tartaruga marina “Caretta – caretta” e le foche delzante-tartaruga-caretta3 Mediterraneo Monachus Monachus. Mentre le prime sono presenti in tutte le aree del parco e scelgono ogni anno le sabbiose spiagge a sud di Zante per riprodursi, le seconde vengono solitamente avvistate nella baia di Laganas, ma per la riproduzione preferiscono le numerose grotte della costa occidentale dell’isola.

Nel caso doveste avvistare una tartaruga, è necessario seguire alcune regole:

  • Mantenere una distanza minima di 10 metri dalla tartaruga;
  • Se siete in barca non potrete osservare la tartaruga per più di 10 minuti se vicina alla costa e non più di 15 minuti se si trova sul fondale;
  • Le barche non devono portarsi di fronte la direzione di nuoto delle tartarughe per non ostacolarne il passaggio;
  • Se si avvista una tartaruga, le barche non possono superare una velocità di 2 miglia marine orarie.

mostra-tartarugheInoltre sarà possibile visitare il centro espositivo delle tartarughe di mare Caretta-Caretta a Dafni che si trova nell’area di Vassilikos, nel sud dell’isola di Zante.
La zona paesaggistica del museo, il materiale espositivo e di informazione, l’uso di strumenti multimediali e cimeli, danno ai visitatori un’occasione di informazione e sensibilizzazione sulle tartarughe marine e le sue spiagge di nidificazione a Zante. Il suo ruolo non si limita allo studio e alla promozione delle tartarughe, ma si estende alla conoscenza delle differenti specie di flora e fauna che si trovano a Zante e che sono legate alla tradizione e alla storia dell’isola.

mostra zante
La costruzione del museo è stato finanziato dal Fondo Europeo di sviluppo regionale e da risorse nazionali.

Articolo scritto da Graziella La Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *