Malta e le sue stranezze!

Malta è da sempre terra di leggende. Nel corso dei secoli l’arcipelago si è infatti guadagnato la fama di luogo mitico: la posizione geografica, i molteplici aspetti curiosi e gli straordinari paesaggi naturali hanno reso Malta, Gozo e Comino il palcoscenico ideale per raccontare storie al confine tra realtà e leggenda.

Qui la storia ha lasciato le sue prime impronte oltre 7000 anni fa come raccontano i resti di possenti templi megalitici, ma poi, grazie anche alla posizione particolarmente strategica, qui si sono succeduti Fenici, Greci, Romani, Arabi, Castigliani, l’Ordine dei Cavalieri di San Giovanni e, più di recente, Francesi e Britannici. Un susseguirsi di influenze di cui Malta ha fatto tesoro, raccogliendo culture e tradizioni per poi fonderle in un mix di grande interesse.

Tra le tantissime leggende, una che incuriosisce veramente tanto è legata alla presenza di due orologi in quasi tutte le chiese dell’arcipelago. Sapete perché?

Semplice … per ingannare il diavolo! Cerchiamo di scoprire insieme la leggenda!

A Malta ci sono tantissime chiese … 313 nell’isola di Malta e  46 a Gozo, per un totale di 359; infatti l’isola vanta una storia millenaria, una storia fatta di grande spiritualità. Da sempre l’arcipelago è sinonimo di fede e devozione. I maltesi sono stati uno dei primi popoli cristiani al mondo e ciò si deve a San Paolo, che naufragò sulle coste di Malta nel 60 dopo Cristo dando vita all’opera di evangelizzazione della popolazione.

E la maggior parte di queste chiese ha solitamente sulla facciata due orologi con due orari diversi, uno giusto e uno sbagliato. La leggenda narra che il secondo orologio con l’ora sbagliata serviva per ingannare il diavolo che si presentava durante le messe per disturbare i fedeli. In questo modo il diavolo si confondeva e lasciava i fedeli partecipare alla messa in tranquillità.

Articolo scritto da Graziella La Rosa