Madrid … I Fauves e la passione per il colore

Fino al 29 gennaio la Fondazione Mapfre di Madrid ospiterà la mostra “I Fauves: La passione per il colore”; prima grande mostra in Spagna dedicata al fauvismo. Si tratta di una presentazione completa della corrente artistica fauvista che riunisce più di cento dipinti e numerosi disegni, oltre che una selezione di ceramiche.

Il colore è il protagonista di questa mostra; la prima corrente che trasformò radicalmente l’arte della prima metà del Novecento, movimento controverso ed esuberante che, con Henri Matisse, André Derain e Maurice de Vlaminck, scardinò i fondamenti dell’arte del tempo grazie all’uso innovativo del colore, l’energia dei tratti e, soprattutto, la libertà di esecuzione. I quadri dovevano essere, soprattutto, espressione, anziché ordine e composizione.

Purtroppo l’esperienza del Fauvismo fu di breve durata, già verso il 1907 poteva dirsi conclusa e i membri del gruppo si allontanarono gli uni dagli altri per proseguire indipendentemente il loro cammino artistico. Per molti di loro il fauvismo era stata una fase momentanea attraverso la quale passare per sviluppare stili diversi.

La mostra ripercorre il fauvismo dai suoi inizi nella bottega di Gustave Moreau alla disintegrazione del gruppo alla fine del 1907 e comprende opere di tutti gli artisti che hanno formato il gruppo: Henri Matisse, André Derain, Maurice de Vlaminck, Albert Marquet , Henri Manguin, Camoin Charles, Jean Puy, Raoul Dufy, Othon Friesz, Georges Braque, Georges Rouault e Kees van Dongen, e sottolinea i rapporti artistici e personali tra di loro.


Molte delle opere in mostra arrivano da importanti istituzioni come la Tate, il Centre Pompidou, il musée d’de la Ville de Paris, il Kunstsammlung Nordrhein-Westfalen di Düsseldorf, il Milwaukee Art Museum, il Museo Statens di Danimarca. (A.D)

Per info potete visitare il sito ufficiale dell’evento:

http://www.esmadrid.com/it/agenda/i-fauves-passione-il-colore-fundacion-mapfre-sala-recoletos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *