La schiacciata catanese

scacciata cataneseDurante il periodo natalizio, sulle tavole catanesi non può mancare la schiacciata tipica della zona etnea che viene solitamente farcita con le verdure del periodo, quali cavolfiori e broccoli, ma ne esistono anche altre varianti, ad esempio a base di salsiccia e patate, o in quella classica con tuma, il formaggio tipico della zona, alici e olive.

Il piatto nacque alla fine del XVII secolo come piatto base delle tavole contadine, ma fu soltanto nel 1763 che raggiunse il massimo successo quando il principe di Paternò, Moncada, lo volle nella sua tavola dei festeggiamenti natalizi. Da allora la tradizione lo colloca come piatto natalizio con una ricetta che si tramanda da generazioni.

Ingredienti: 

Dosi per la pasta:

Farina di semola 500 g, lievito di birra g 25, un cucchiaino di sale, mezzo bicchiere di acqua tiepida, un cucchiaino di zucchero, una tazzina da caffè di olio. 

Ingredienti per il ripieno:

Cavolfiore uno da kg 1 circa, olive nere g 100, tuma o primosale o formaggio col pepe g 100, cipollina fresca, olio extra vergine d’oliva, sale qb.

Preparazione:

Sciogliete il lievito di birra in una scodellina con l’acqua tiepida. Incorporatelo nella farina che avrete versato sul tavolo di marmo insieme al sale, lo zucchero e l’olio. Iniziate ad impastate, con l’aggiunta di qualche sorso d’acqua, finché la pasta sarà bene amalgamata. Dovrà risultare piuttosto dura. Datele la forma di un panetto, infarinatela e avvolgetela in una salvietta lasciandola a lievitare per circa un’ora. Se l’ambiente è freddo, copritela con una coperta di lana. Sarà pronta quando la pasta comincerà a gonfiare e a crepare.

Dividete il composto in due parti, spianatelo grossolanamente col mattarello e foderate con una parte una teglia di circa cm. 28 di diametro, appena unta e infarinata, tenendo da parte l’altra foglia di pasta per coprire la scacciata una volta imbottita. Farcite con il cavolfiore tagliato a fiocchetti precedentemente cotto al vapore per qualche minuto, il formaggio tagliato a fettine, le olive nere snocciolate, la cipollina tagliata sottile. Condite con olio extra vergine d’oliva, sale e pepe qb. Saldata la focaccia, passatevi sopra una mano unta d’olio per livellare la pasta e prima di informare, a forno caldissimo, bucate la parte superiore in due o tre punti con una forchetta. I tempi di cottura variano a seconda del forno. Mediamente basterà una mezz’ora perché la scacciata sia pronta.

La Schiacciata Catanese

Articolo scritto da Graziella La Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *