Grecia…I Giardini Nazionali e lo Zappeion

I Giardini nazionali costruiti nel 1840,  si trovano nel centro di Atene subito dietro il palazzo che ospita il Parlamento greco.

Questi furono progettati da  Amalia di Oldenburg, la regina consorte di Ottone, il primo re della Grecia moderna  e  realizzati dal giardiniere Bareaud. I Giardini costituiscono una vera e propria oasi verde, poiché ricca di vegetazione , ideale per ripararsi dal caldo di Atene e  per sfuggire alla frenesia della città.

L’area dei Giardini nazionali comprende quasi 16 ettari e si estende a sud verso lo stadio Panatenaico. La regina Amalia, portò oltre 15.000 piante dall’Italia per abbellire il giardino, abbastanza grande da meritare una visita se si ha voglia di rilassarsi o godersi qualche momento di solitudine.

.

Il parco attualmente ospita 500 specie di piante ed alberi, i più preziosi essendo esposti nella graziosa palazzina neoclassica del museo botanico del parco, che include anche un piccolo zoo.

Vi sono inoltre, vasche d’acqua, laghetti abitati da tartarughe d’acqua dolce, che si possono vedere sdraiate al sole sulle rocce mentre si riposano; cespugli fioriti, splendidi esemplari di palme, aranci, cipressi e pini di Aleppo.

I sentieri sono molto curati, delimitati di bellissime statuette in marmo, poiché nei Giardini nazionali di Atene, vi è non solo natura, ma anche memorie dell’antica civiltà greca, che sono giunti a noi grazie ad alcune rovine tra cui capitelli corinzi, busti e mosaici.

I Giardini nazionali sono aperti al pubblico dall’alba al tramonto. L’ingresso principale si trova su Vassilissis Amalias, ma è possibile accedere anche da Vasilissis Sofias, da Irodou Atticou e dal parco dello Zappeion

Lungo le strette vie, i percorsi hanno una lunghezza totale di 7 chilometri e mezzo, potrete osservare numerose piante ornamentali, gli elementi culturali fortemente voluti dalla regina Amalia e il pavimento a mosaico di una villa romana oltre ai resti delle terme romane.

Sul lato meridionale del parco in prolungamento del Giardino Nazionale si trova il parco dello Zapio, così chiamato in ricordo dei fratelli Zappas, che ospita il palazzo dello Zapio, o Zappeion, edificato in stile neoclassico adibito a spazio espositivo e a sala di conferenze.

Il piccolo bar accanto è ideale per fare una pausa di caffè o per prendersi uno spuntino.”Lo Zappeion ha funzioni istituzionali e di rappresentanza, per esempio: nel 1981 vi fu firmato il trattato per l’ingresso della Grecia nella Comunità europea”.

Il palazzo, dipinto con i tradizionali toni ricchi di ruggine che sono stati utilizzati in molti antichi edifici greci, ha una pianta a semicerchio, delle splendide proporzioni, e dispone di un ampio spazio aperto ovale circondato da un colonnato a due piani.

Articolo scritto da Elvira Guglielmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *