Francia … Il Cacho-fio e la Candelora in Provenza

ceppoIn tutta la Francia, ma in particolar modo in Provenza ad inizio e a conclusione delle festività natalizie, vengono svolti dei rituali tradizionali che si rinnovano ogni anno, ovvero il Cacho-fio e la Candelora.

Il Cacho-fio è un termine provenzale che viene usato in occasione dell’accensione del tronco di Natale nel camino. Questa cerimonia viene svolta durante la veglia di Natale. Il più giovane e il più anziano scelgono un tronco d’albero da frutto, quindi cominciano a girare intorno alla tavola imbandita e il “papè”, cioè il vecchio, accende il pezzo di legno annaffiandolo tre volte con il vino cotto e pronunciando in provenzale:

Bouto-fio ( Dacci il fuoco),

Alègre, alègre (allegria, allegria),

Dièu nous alègre ( che Dio ci dia la gioia),

calèndo vèn, tout bèn vèn (Natale viene e tutto va bene),

Dièu nous fague la gràci de veìre l’an que vèn ( che Dio ci faccia la grazia di vedere l’anno che viene),

Ese noun sian pas mai, que noun fugge pas mens (e se non siamo più, faccia che non lo siamo di meno).

Cacho_fio_Noël

Inoltre in questa regione della Francia, a conclusione delle festività natalizie viene svolto invece il tradizionale rito della Candelora, che ricorda la purificazione della Vergine Maria e la presentazione di Gesù al Tempio.

In questa data vengono riposti i presepi nelle scatole; il rito prevede che si facciano benedire le candele in chiesa e che si debba rientrare in casa senza farle spegnere, per evitare una cattiva sorte.

candeleDurante la festività della Candelora viene preparata una crepe, seguendo un procedimento particolare. Infatti, questa si fa saltare in padella, tenendo in mano una moneta, che verrà posta poi all’interno della crepe e conservata per l’anno seguente. La crepe dell’anno precedente viene buttata e la moneta viene data ad un povero. 

crepes

Articolo scritto da Elvira Guglielmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *