Il folklore greco … il rebetiko

rebetiko-greciaIl Rebetiko è la musica tradizionale più celebre e diffusa in Grecia; si tratta di una narrazione cantata, di origine popolare, accompagnata dalla musica del bouzouki, lo strumento musicale greco più famoso al mondo che appartiene alla famiglia dei liuti a manico lungo, e del baglamas, un piccolo bouzouki lungo circa 50-60 cm, più comodo da portare in giro.

Questa musica apparve nelle prigioni greche alla fine del XIX sec. In principio, infatti, il rebeta era un detenuto che suonava e cantava il suo dolore e il suo rimpianto con i mourmourika [μουρμούρικα]: brontolii, mormorii tristi e lamentosi. Generalmente il rebeta è un uomo dei bassifondi che ha uno stile di vita anticonformista, si ribella alle istituzioni in modo non violento, vive da emarginato con orgoglio e provocazione.

Il narratore solitamente è un uomo dalla voce ruvida e il brano è aperto dalla taximi (improvvisazione). I temi sono spesso trattati in modo satirico dando voce ai sentimenti umani e questo spiega il grande successo popolare che ebbe il rebetiko, soprattutto tra gli anni venti e quaranta.

Questo genere musicale ha vissuto tre periodi storici:

  • Dal 1922 al 1932 (periodo smyrneiko) lo stile fu dettato dai musicisti profughi della città di Smirne. In questo periodo nessun rebeta trovò la celebrità. Il rebetiko era soltanto un pretesto di incontri tra le persone umili ed emarginate che si incontravano nei tekedes, locali dove si beveva alcool e si fumava hashish, situati nei quartieri malfamati delle città;

rebetiko - grecia 1

  • Dal 1932 al 1944(periodo classico) fu il periodo d’oro del rebetiko, la musica iniziò ad essere notata e apprezzata anche dalle altre classi sociali e i primi interpreti di questa musica incontrarono un certo successo. Si diffuse uno stile rebetiko chiamatopireotiko perché ideato dal Quartetto del Pireo, un gruppo musicale formato da Stratos Pagioumtzis, Giorgios Batis, Anestis Delias e Markos Vamvakaris, considerato universalmente il padre del rebetiko e autore di una delle più famose canzoni, Fragosyriani, rivisitata più volte fino a nostri giorni. 

rebetiko - grecia 2

  • Soltanto dopo la Seconda Guerra Mondiale, il rebetiko riuscì a diffondersi liberamente in tutto il Paese: iniziò il terzo periodo, il periodo laikò, in cui il rebetiko arrivò ad essere considerata la musica popolare greca. Il rebeta Vassilis Tsitsanis iniziò a utilizzare esclusivamente il bouzouki e la chitarra, eliminò le tematiche scabrose e malsane in favore di testi più articolati e raffinati. Introdusse, infine, il taxim, lungo preludio privo di testo che apriva ogni canzone rebetika.

rebetiko - vasilis Tsitsanis

Oggi lo spirito rebetiko è scomparso, ma la musica viene ancora suonata nelle taverne e nei locali. Uno dei più famosi moderni interpreti è George Dalaras che dagli anni ‘80 ha ridato linfa alla musica rebetika pubblicando alcuni album di canzoni classiche da lui interpretate ed esibendosi nei teatri di tutto il mondo.

george dalaras

Articolo scritto da Graziella La Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *