Croazia, Uova di Pasqua Naif

 

Simbolo della Pasqua per eccellenza sono le Uova: di gallina, di oca, in pasta di vetro, di ceramica o di golosissima cioccolata , le uova, sono segno di rinascita, rappresentano la vita che rifiorisce in primavera e di conseguenza anche della Risurrezione. Da sempre, quindi, sono legate alla simbologia della Pasqua e costituiscono un biglietto di auguri da regalare ad amici e parenti.
In Croazia i bambini e le giovai donne in età da marito vengono incaricati di decorarle e di trasformarle in regali graditi. Sempre in Croazia da diversi decenni si coltiva una tradizione davvero singolare: vengono realizzate delle uova formato gigante che diventano vere e opere d’arte.


In genere si utilizzano uova di polistirolo , alte circa 2 metri, che vengono usate come tele poichè vengono dipinte da pittori croati, più o meno famosi.
Sovente gli artisti non sono pittori di professione, quanto piuttosto contadini, casalinghe e studenti locali che utilizzano tecniche pittoriche molto semplici e genuine, rappresentando scene di vita quotidiana, legate al mondo contadino, o storie locali , ricordando fatti e personaggi che raramente si leggono sui libri di scuola e che popolano i racconti orali.
Lo stile pittorico appartiene alla corrente Naif, Naive in lingua locale, che per altro in Croazia ha trovato sin dal suo primo apparire, nel 1886, una terra fertile e che, dopo gli anni trenta, ha raggiunto livelli significativi con artisti come I. Generalić, M. Virius , E. Feješ , I. Rabuzin e I. Lacković.
In tal modo le Uova diventano delle vere e prorpie ambasciatrici dell’arte croata in tutto il mondo.
Prerogativa dello stile Naif è la rappresentazione del mondo quasi con gli occhi di un bambino, attraverso colori tenui o al più brillanti, tinte definite e quasi prive di sfumature e ombreggiature. La corrente artistica nasce al di fuori delle grandi scuole del tempo, anzi in opposizione alle stesse, come una forma di rifiuto delle regole e un ritorno alla pittura semplice, essenziale, primitiva, al pari di quella delle grotte preistoriche, con un linguaggio figurativo immediato, nel quale il tema principale è il paesaggio naturale e rurale. All’apparenza l’arte naif sembra intrisa di ingenuità , ma i contenuti sono molto profondi tanto che nel tempo ha assunto una forte colorazione sociale, quasi una denuncia della durezza della vita dei contadini. Per altro l’arte Naif ha raggiunto alti livelli di forza espressiva e intensità cromatica, sorpendente per artisti che , in genere, non hanno alle spalle una vera e propria formazione “scolastica”.
Il mondo naif, con le sue potenzialità e i suoi limiti e soprattutto con tutta la sua forza espressiva oggi ritorna nelle Uova , diventate vere ambasciatrici dell’arte croata.
La regione della Podravina , nel settore nord occidentale della Croazia, è stato il luogo dove maggiormente i pittori naif hanno vissuto e operato, ed operano ancora. Basti pensare che a Koprivnica viene realizzata una fiera di tre giorni , a fine luglio, nella quale gli artisti espongono le loro opere , fermo restando che quelle di maggiore pregio possono essere ammirate nella Galleria d’arte naif di Hlebine, sede della più significativa scuola pittorica naif croata, e nel Museo d’arte naif di Zagabria che conta oltre 1800 opere, per altro, è il primo museo del genere esistente al mondo.
La scuola di Hlebine è una delle maggiori fucine di Uova Naif, e nella Piazza di Koprivnica ogni anno vengono esposte le opere. Da Koprivnica parte l’iniziativa delle Uova del Cuore, destinate ad essere collocate in varie cittadine europee , vere ambasciatrici dell’arte in tutto il mondo, oltre che suggello dell’amicizia tra i popoli.
Singolare è stato l’uovo realizzato nel 2010, dopo tre anni di lavoro, e posto innanzi alla Chiesa di San Giacomo a Medjugorje, come augurio di pace e amicizia per l’intera comunità dei fedeli. L’opera è alta 2,05 m , larga 1,5 m e pesante 120kg.
Altro uovo è stato donato anche al Pontefice Benedetto XIV e portato in Vaticano. Sempre a Roma nel 2010 è stata realizzata con successo una magnifica mostra di uova naif, con l’augurio di poter ripetere presto l’esperienza in altre parti d’Europa.
E’ difficile tenere in salotto un uovo di due metri, ma gli artisti croati ne realizzano di spettacolari anche di dimensioni naturali, decorati egregiamente, i più pregiati in vetro…vere opere da collezionare.
Articolo scritto da Carmen Carbonaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *