Gli angoli più nascosti della Grecia … Chania, la Venezia d’Oriente

Con l’inizio della bella stagione, siamo tutti in fremito alla ricerca della meta ideale dove trascorrere le nostre prossime vacanze. E cercando non si ha che l’imbarazzo della scelta, ma l’obiettivo è riuscire a trovare un luogo magico, che possa regalarci delle belle emozioni ed ecco che vi porto in Grecia, precisamente a Chania o Hania, conosciuta come la Venezia d’oriente.

Ci troviamo a Creta, protagonista della storia e della mitologia greca; la regione di Chania è la più occidentale dell’isola. Il capoluogo è l’omonima città di Chania con un patrimonio storico e culturale molto intenso grazie alle numerose influenze e civiltà che ha vissuto nel corso dei secoli.

Questa è la regione del romanticismo e dei paesaggi mozzafiato! Alcuni dei posti più belli dell’isola si trovano qui: le bellissime spiagge di Elafonissi e Falasarna, l’incredibile spettacolo della laguna di Balos e delle isole di Gramvousa, l’esotico fascino di Gavdos e l’avventuroso percorso naturalistico delle Gole di Samaria.

A tutto questo non si può che aggiungere il capoluogo: è un autentico gioiello adagiato sul mare Egeo. Il centro della città è molto elegante grazie agli stupendi palazzi veneziani e turchi, alla bella cattedrale nell’ampia piazza, al minareto della chiesa di Agios Nikolaos, alla moschea dei Giannizzeri. E ancora musei che vale la pena visitare, come il Museo Nautico di Creta, il Museo Archeologico di Chania, la residenza di El. Venizelos, il Museo della Guerra di Chania.

Per le vie della città potrete trovare tantissime botteghe di artigianato orgogliosi di mostrare la loro arte frutto del loro folklore tradizionale basato sul ricamo, sul lavoro a maglia e sulla tessitura. Ancora si potranno acquistare articoli fatti a mano di vetro, legno e metallo, e tipiche ceramiche locali. Altro prodotto locale sono i coltelli chiamati ‘macheradika’ in greco, dove si potranno trovare nelle vie karaoli Dimitriou e Sifaka.

Per una gita fuori porta, si consigliano le Gole di Samaria; sono lunghe circa 18km e sono uno dei canyon naturali più grandi d’Europa. Si tratta di un Parco Nazionale della Grecia dal 1962 ed è sede di numerose specie di uccelli e animali, la più famosa delle quali è la capra cretese, nota anche come stambecco.

Oppure si potranno visitare le grotte di Santa Sofia (Agia Sofia cave) che oltre ad essere un’attrazione naturale, è un luogo dal valore storico-religioso-culturale molto alto. All’interno della grotta c’è una chiesetta, piccola e ordinata, dove è possibile lasciare le offerte accedendo delle candele sotto alcune bellissime icone. Uscendo dalla porta secondaria della chiesetta, ci si incammina nella grotta vera e propria, che lascia davvero esterefatti: le dimensioni delle stalagmiti sono veramente incredibili: alcuni pezzi sono di 5-6 metri. Le stalattiti hanno circa le stesse dimensioni, ma per vederle si deve scendere verso l’interno della montagna (4-5 metri di profondità), cosa che rende le grotte ancora più suggestive. Le stalattiti e le stalagmiti, prendono forme interessanti che nei secoli hanno acceso la fantasia ed hanno alimentato la leggenda intorno alla grotta (ad esempio c’è un ammasso roccioso che prende le sembianze di un cavallo) di San Giorgio l’uccisore del drago, che si rifugiò in questa grotta e il cui cavallo lasciò un’ impronta indelebile nella roccia.

Un luogo meravigliosamente magico!

Articolo scritto da Graziella La Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *