Il dolce natalizio… il buccellato siciliano

Il buccellato, in siciliano cucciddatu (o ancora cudduredda in altre parti della Sicilia) è un dolce tradizionale siciliano, diffuso in tutta l’isola, e consumato nel periodo natalizio.

Esso è stato riconosciuto nella lista dei prodotti tradizionali italiani dall’assessorato regionale delle politiche agricole. Costituito da un impasto di pasta frolla steso a foglia non sottile, farcito con alcuni tra i prodotti tipici siciliani come i fichi secchi, uva passa, mandorle, scorze d’arancia e altri ingredienti che possono variare in base alle zone in cui viene preparato; per poi essere chiuso a forma di ciambella. Continue Reading

Le cassatelle di Agira

Ci avviciniamo al periodo delle festività natalizie e sicuramente uno dei dolci tipici della Sicilia orientale sono le cassatelle di Agira, tipici dolci della gastronomia ennese, originari della cittadina di Agira.

Secondo alcune scoperte, pare che la cultura spagnola abbia influito maggiormente sulla nascita della cassatella alla quale si sono aggiunti poi elementi agropastorali e del ceto nobiliare (baronali). Infatti, alla tradizionale cassatella di ricotta nel tempo sono stati aggiunti elementi nobili come le mandorle e il cacao; mentre la farina di ceci, con il ruolo di addensante naturale del ripieno, era tipico degli ambienti rurali siciliani. Continue Reading

La bougatsa , il dolce di Salonicco

Cosa mangiare a colazione in una bella mattina sotto il cielo di Grecia?
La profumatissima bougatsa, un dolce in pasta fillo e crema, originario del Nord della Grecia, forse della Macedonia, di Salonicco o più probabilmente di Serres. Proprio in quest’ultima nel 2008 fu realizzata una bougatsa da guinnes, pesava oltre 250 kg, lunga 20 metri e alta 60 centimetri.
In qualunque parte della Grecia vi troviate, è possibile gustare il dolce non solo a colazione ma anche a merenda, per esempio, a Creta , nella città di Canea, dove si trova una rinomata pasticceria di abili maestri armeni, che ne sforna a tutte le ore del giorno!

Continue Reading

Dromesat

In Albania il cibo è sinonimo di piacere, cultura, convivialità e ospitalità, ed è una virtù sacra. Gli albanesi dicono: “La mia casa è del mio ospite” e l’ospitalità è sempre stata legata all’idea del cibo, del focolare e della casa. In questo paese la terra riflette la varietà della sua storia. Vi sono influenze turche e greche e gli ingredienti sono semplici e genuini, ma si è mantenuto inalterato qualcosa di diverso, un modo di lavorazione, l’associazione di un cibo ad un particolare contesto. Continue Reading