L’arte del Pupo Siciliano con il maestro Francesco Salamanca

Salamanca 1Un corpo di legno, vesti pregiate, armi finemente cesellate, una carattere deciso … sua Signoria il Pupo Siciliano.

Ogni pupo ha un nome, una identità, un carattere … decine i personaggi che nell’arco dei secoli hanno narrato le gesta dei paladini di Carlo Magno, prendendo in prestito la voce dai pupari. Non solo racconti di gesta di eroi, ma l’universo delle emozioni umane: il coraggio, la fedeltà, la fellonia, la codardia, l’amore, l’amicizia, la follia, la gelosia …

L’arte del Pupo, dalla sua creazione alla messa “in scena”  è una realtà tutta meridionale, dal tempo in cui a Napoli Donna Peppa la coltivò e la rese celebre, sino al riconoscimento UNESCO nel 2008 quale Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità.

Segno dei tempi è che quest’arte popolare, un tempo fonte di intrattenimento delle masse, oggi è divenuta oggetto di interesse da parte di studiosi, assumendo gli aspetti di cultura di nicchia, di studio non solo delle rappresentazioni ma dell’intero fenomeno culturale in sé. Continue Reading

Nola e i suoi tesori!

foto_copertina nola“La terra di Nola, su cui si riversarono le ceneri del Vesuvio, è una delle più fertili del mondo. Oltre che di prodotti agricoli, però, essa è ricca di reperti archeologici: ne sono forniti moltissimi musei, italiani e stranieri. Terra molto generosa, dunque, che dispensa cibi e cultura. Ma Nola, le cui origini si perdono nella notte dei tempi, ha sempre prodotto caratteri forti e indomiti.” (Anacleto Verrecchia)

Continue Reading

Ospite d’eccezione … L’Avv. Fabio Cantarella si racconta …

Fabio Cantarella“ La Sicilia potrebbe avere un ruolo d’egemonia in Europa in quanto storicamente culla delle civiltà sia per la sua ubicazione geografica strategica sia per la convivenza di diverse culture. E’ necessario però, che ci sia uno scatto d’orgoglio nei siciliani in modo tale che si affermi una nuova cultura. Il turista deve essere visto come una risorsa e non come qualcosa da spremere, non deve tornare deluso nel suo paese per l’accoglienza ricevuta”. Continue Reading