Cadiz la città più antica d’Europa

Arrivano i primi tepori estivi e subito ci viene voglia di partire per scoprire nuove mete. Oggi vi consiglio Cadiz in Spagna, una cittadina dai mille volti … antica, affascinante e fuori dalle solite rotte da una parte; gioviale, colorata e lucente dall’altra … una vera e propria perla andalusa.

Affacciata su una baia a cui dà il nome e baciata dall’oceano atlantico, da sempre è stata una cittadina molto importante. La sua storia inizia intorno al 1100 a.C. quando fu fondata dai fenici con il nome di Gadir, per poi vivere il dominio dei Romani, Bizantini, Visigoti e Musulmani; una varietà di radici che ha finito per influenzare tanto la cultura come l’architettura, le arti e l’economia di queste terre.

Dopo la scoperta dell’America, Cadice ha conosciuto un grande sviluppo, soprattutto nel XVII secolo, quando era la città più ricca e cosmopolita di Spagna. Durante l’epoca d’oro dei viaggi d’esplorazione al di là dell’Atlantico, i porti situati nell’area della baia erano tra i più importanti e trafficati del mondo. In seguito alla perdita delle colonie americane la città ha avuto una fase di declino, ma le persone, chiamate gaditanos, sono rimaste sempre ospitali, allegre e accoglienti, infatti Cadice è famosa per i suoi bar,  locali e per la buona cucina.

L’atmosfera coloniale si respira ancora per le vie del centro; la maggior parte degli edifici più rappresentativi della città risale a quella che è stata probabilmente la sua epoca di maggior ricchezza con commercianti, viaggiatori, marinai e gente di ogni tipo proveniente da ogni angolo del mondo allora conosciuto, ad affollare le piazze, i mercati ed i moli del porto.

Arrivando qui si ha subito la sensazione di trovarsi in un luogo particolare. La città si sviluppa su un’isolotto allungato, collegato al continente solo da una stretta striscia di terra. Il centro storico si trova all’interno delle mura ad un estremo dell’isola; tra le sue strade si respira l’oceano, e le viste sulla baia offerte dal lungomare sono in grado di stregare chiunque.

La visita della città non richiede molto tempo, ma saprà sorprendervi! Il vecchio quartiere è famoso per il suo fascino pittoresco dovuto ai molti edifici nobiliari, come la Casa del Almirante e Casa de las Cadenas, all’architettura moresca, e al Barrio del Populo, un labirinto di stradine che risalgono al Medioevo che si aprono su piazzette punteggiate da bar e ristorantini. Alcune parti delle mura del XVIII° secolo sono ancora in piedi come la Porta di Terraferma.

Potrete visitare la Catedral Nueva dove è sepolto il compositore Manuel de Falla, al quale, in città, è intitolato un importante teatro dalla facciata in stile mudéjar, il Gran Teatro Falla; la Torre de Poniente uno dei campanili della cattedrale per godere del panorama sulla città e sull’oceano; il Museo de Bellas Artes, dove è conservato il dipinto che fu “fatale” per il pittore Bartolomé Esteban Murillo, “Il matrimonio mistico di Santa Caterina”, dipingendo il quale l’artista cadde dall’impalcatura e morì; la Plaza de Espana con il suo Monumento alla Costituzione del 1812, promulgata dalle Cortes di Cadice dopo l’occupazione napoleonica; l’Oratorio de San Felipe Neri.

E ancora Plaza de Mina considerata la più bella piazza di Cadice e qui si trova il Museo Archeologico, noto anche come il Museo di Cadice, al cui interno sono custoditi numerosi cimeli e manufatti di 3 mila anni di storia della città e numerose opere di Rubens e Goya.

E dopo aver visitato in lungo e in largo questa meravigliosa cittadina, non ci resta che degustare la sua succulente cucina … tapas e piatti tipici di Cadice contengo per gran parte pesce. Esempi sono i ricci di mare, il cazón en adobo (squalo impanato), la tortillita de camarones (frittatina di gamberetti), il tonno di Barbate e Zahara de los Atunes e la papas con cocho (patate con seppie) e per finire non possiamo non assaggiare l’alfajor, un dolce a base di mandorle, miele e noci e ricoperto di glassa e infine le roscas, note ciambelline.

Buon viaggio!

Articolo scritto da Graziella La Rosa