Basilicata … un giorno a Matera, capitale della cultura europea 2019

matera basilicata 1Se vi trovate in vacanza in Basilicata, non potete perdervi la città della pietra; i Sassi di Matera sono classificati fra i patrimoni dell’umanità dall’UNESCO fin dal 1993 – primo sito dell’Italia meridionale a ricevere il riconoscimento, che lo scorso maggio, il Consiglio dei ministri dell’Ue l’ha ufficialmente proclamata capitale della cultura europea per il 2019. 

Una bella definizione dei Sassi ci viene regalata da Pietro Laureano che, nella sua opera Giardini di Pietra,  li descrive come  “Grotte naturali, architetture ipogee, cisterne, enormi recinti trincerati, masserie, chiese e palazzi, si succedono e coesistono, scavati e costruiti nel tufo delle gravine”

matera 2

E’ un luogo con un fascino particolare, un luogo remoto, suggestivo che ha affascinato anche molto registi da Pasolini a Mel Gibson (che vi girò La Passione di Cristo) scegliendola come location per i loro film proprio grazie alle sue tipiche ambientazioni senza tempo, avvolte da un’aura di poesia e mistero.

matera 3La visita inizierà dal Sasso Barisano, che costituisce la parte più alta della città, con leinterno-sasso-barisano matera casette bianche arroccate che danno l’idea di essere dentro ad un presepe, dal  Sasso Caveoso e dalle Case Grotta, tipiche abitazioni contadine degli anni 50 scavate nella roccia e arredate con mobili ed arnesi d’epoca  per meglio comprendere gli usi e i costumi degli abitanti degli antichi rioni.

La città di Matera può vantare anche un grande patrimonio storico artistico di grande valore dato dalle sue chiese rupestri che sono luoghi di culto scavati nel tufo e risalenti all’Alto Medioevo. Si tratta di circa 150 cripte, eremi e basiliche che testimoniano il livello culturale, artistico ed architettonico raggiunto dalle comunità rupestri ed integrano tra loro sia chiese cattoliche che greco-ortodosse.

matera 4

Matera presenta un sottosuolo del centro storico cittadino da non perdere assolutamente; si trova infatti un acquedotto scavato nella roccia dotato di canalizzazioni, vasche e palombari, ovvero cisterne d’acqua così grandi da essere state ribattezzate cattedrali d’acqua.

Infine la Cattedrale di Matera, intitolata a Santa Maria della Bruna, è uno splendido esempio di architettura romanica del XIII secolo e sorge sui resti dell’antica Chiesa di Sant’Eustachio nel punto più alto della città, sul colle della Civita, e regala un meraviglioso panorama sul Sasso Barisano.

matera 5

Inoltre sarà possibile visitare il Parco della Murgia Materana, che ospita anche resti di villaggi neolitici; la Riserva Regionale San Giuliano, dove si trova l’omonimo lago e in cui vivono circa 140 specie di uccelli; il Colle Timmari che domina il lago di San Giuliano ed è un’importante area archeologica grazie ai recenti ritrovamenti risalenti all’epoca preistorica.

parco_murgia_san_nicola_matera

Buona passeggiata!

Articolo scritto da Graziella La Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *